1475

Angeli con il Velo della Veronica, Velo della Veronica mostrata ai pellegrini e stemma di Sisto IV, silografia, Mirabilia urbis Romae, 1475 ca., Germania. Bayerische Staatsbibliothek, Monaco di Baviera, p. 8 e p. 195.

La Veronica è citata in tutte le guide che, sotto il titolo di Mirabilia Romae, dal XII secolo enumeravano le vie dei pellegrinaggi, le reliquie con le varie indulgenze e i luoghi turistici.

Questa guida storica e topografica di Roma per i pellegrini tedeschi, pubblicata ai tempi di Sisto IV, attorno il 1475, riporta il simbolo della Veronica e l’ostensione della reliquia, su illustrazioni a piena pagina.

«Il testo è in lingua tedesca e consiste in riproduzioni xilografiche di una bella scrittura. L’opera doveva servire come guida storica e topografica ai pellegrini tedeschi a Roma. Comincia con la storia della fondazione di Roma e conduce lungo il tempo degli imperatori fino al governo di Costantino e di Papa Silvestro. Segue una descrizione delle sette chiese principali di Roma, alla quale è aggiunta una descrizione delle chiese più piccole. Per ogni chiesa c’è un elenco delle reliquie in essa conservate e una cronaca sulle indulgenze che si acquistano visitando queste reliquie.

In riferimento alla Veronica nella chiesa di San Pietro dice: “L’altra chiesa principale è il duomo di san Pietro e si trova su un monte chiamato Vaticano… L’altare principale è santa Veronica perché lì si mostra il volto di Nostro Signore Gesù Cristo, e se si sa questo allora i romani guadagnano VII M anni di indulgenza, …”.

È notevole che nella cronaca sulle reliquie conservate nella chiesa di san Silvestro non sia citato nessun sudario, nonostante l’immagine su telo  che oggi si trova lì pretenda di essere molto antica e di grande santità.»

Karl Perarson, Die Fronica, 1897

 


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from clicart

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
www.clicart.it/giacomo/Displa...