2002

Letizia Fornasieri, via Crucis, 2002, tavola, olio su tavola, Chiesa di Gesù a Nazaret, Milano, Italy.

FornasieriViaCrucisMilano2002

Sito di Letizia Fornasieri

Consegno, con un po ‘ di timore, a voi questo mio lavoro, le lotte affrontate, problemi risolti o rimasti aperti; queste immagini, probabilmente, saranno un segno destabilizzante per lo spazio della vostra Chiesa.

Vi chiedo di guardare, di domandare, di capire le ragioni che mi sono emerse immedesimandomi con i fatti accaduti al Nostro Signore e Re.
Questo lavoro è stato un’occasione per me di comprendere più a fondo la mia esperienza; per questo ringrazio Don Egidio e sono contenta di aver fatto questa fatica, anche se non sono totalmente soddisfatta del modo con cui le immagini si sono costruite.
Il lavoro che vedete è comunque una tappa della mia vita: ho lavorato così come sono capace adesso.
Volevo che i fatti della Passione di Gesù fossero attuali, accadessero oggi, nel vostro quartiere,nelle vostre case.
Perchè, o Gesù accade adesso e quindi la Sua esperienza può legarsi alla mia oppure “vana è la nostra fede” come dice S. Paolo.
Per questo anche la forma con cui i fatti dovevano essere espressi doveva essere aderente ad uno strumento in cui, normalmente, troviamo i fatti (o dovremmo trovarli ): il giornale.
Ecco allora l’idea di raggruppare alcune stazioni della Via crucis in una forma che ricordasse quella del giornale, con le due ante laterali apribili.
Questa soluzione ricorda anche la forma della pala d’altare della nostra tradizione arfistica; questo conferisce un carattere di continuità storica a questa meditazione sulla Passione di Gesù.
La Via Crucis si fa, adesso, incontrando le persone con cui viviamo quotidianamente.
Per questo i personaggi inseriti nelle immagini sono quasi tutti persone che conosco.
E’ stato bello cercare i volti giusti dei personaggi facendoli coincidere con persone reali.
Anche per il volto di Gesù è stato così; ma mentre lavoravo mi accorgevo che non riuscivo a fissare il Suo Volto sempre uguale; forse è un mio limite o forse un suggerimento di un ‘evidenza: il volto di Gesù per noi è il volto delle persone che vivono di Lui e per Lui. Quindi i volti di Gesù sono tanti, tanti quante le persone che lo seguono preferendo Lui ad ogni cosa.
Ringrazio Gesù e tutti quelli che mi hanno aiutato in questa lunga fatica.
Grazie,
Letizia Fornasieri

Milano, 30 maggio 2001

Dal sito della Parrocchia

Foto dell’autore

Segnalata da Chiara Maggioni

 


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from clicart

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
www.clicart.it/giacomo/Displa...