XV

Cristo protettore delle arti (Cristo della domenica), part., affresco, 1400-1499, cattedrale di San Flaviano, Montefiascone (Vt), Italia.

L’iconografia del Cristo della domenica si sviluppa in Italia e in Europa dalla metà del Trecento e sarà rifiutata dal Concilio di Trento. Si tratta di una raffigurazione di carattere prescrittivo-ammonitorio che vuole richiamare i fedeli all’osservanza del precetto festivo. L’iconografia riprende il tema del Cristo in Pietà dove gli strumenti del lavoro sostituiscono gli strumenti della Passione. Il significato è chiaro: l’inosservanza del precetto festivo equivale agli strumenti che hanno inflitto a Gesù i dolori della Passione.

Particolare del Cristo di San Flaviano è la presenza della veronica, l’insegna di pellegrinaggio che contraddistingueva i pellegrini diretti a Roma, tra gli strumenti del lavoro; il pellegrino era dunque assimilato ai mestieri ed alle corporazioni, non era considerato un irregolare, ma perfettamente inserito nell’organizzazione sociale delle comunità bassomedievali.

Segnalato da Elena e Ila.

 


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from clicart

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
www.clicart.it/giacomo/Displa...