Legenda Veronica Route

Volto Santo corrisponde a formule iconografiche relative a reliquie e leggende diverse che convergono sull’idea del Logos Incarnato, di cui l’impronta del volto di Cristo sarebbe la prova. Secondo la tradizione il volto di Cristo sarebbe stato miracolosamente impresso su tessuto (acheropita, cioè non fatto da mani d’uomo), ma il Volto Santo identifica anche opere realizzate da artisti. Volto Santo sono il Mandylion, il velo della Veronica, l’acheropita del Laterano. Volto Santo è chiamato il crocifisso ligneo monumentale di Lucca, secondo la tradizione scolpito da Nicodemo (le ragioni del nome “Volto Santo” per il crocifisso non sono ancora chiare).

È chiamato Volto Santo un Cristo a mezzobusto (a volte Salvator mundi) realizzato dai fiamminghi al quale riferirono le prerogative della Veronica; l’iconografia prevede il volto trasfigurato ma può portare la corona di spine. 

In Italia, nel seicento, al Volto Santo secondo i tratti della veronica (su panno, sofferente e incoronato di spine) viene preferito – forse a causa di papa Urbano o del cardinal Borromeo – il volto trasfigurato dell’Immagine di edessena (impresso su panno o affiorante su fondo scuro). 

Dalla fine dell’ottocento vengono chiamati Volto Santo molti ritratti di Cristo tratti dalla Sindone (che rientrerebbero quindi tra i ritratti acheropiti).

A volte è incerta l’identificazione dell’acheropita a cui l’opera si riferisce. Le stesse caratteristiche iconografiche, in Paesi o periodi diversi, vengono attribuite ad acheropite diverse. Questo è il motivo per cui alcune opere in Veronica Route hanno i riferimenti a più prototipi (Mandylion, Veronica, Laterano).

Soggetti

numerotag attribuitodefinizione
1 sudario Quando è rappresentato solo il sudario/velo/fazzoletto col volto di Cristo senza nessuno che lo sorregge.
2angelo/i Quando il velo è mostrato da angeli.
3SS. Pietro e PaoloQuando il velo è mostrato o affiancato dai santi Pietro e Paolo.
4S. VeronicaQuando il velo è mostrato da santa Veronica. Nelle salite al Calvario e nella Via Crucis se la figura della donna è evidenziata a tutto tondo.
5salita al Calvario/CalvarioQuando è rappresentata la scena della salita al Calvario o del Calvario ma non è una stazione della via Crucis.
6Arma ChristiSe sono rappresentate le armi di Cristo ma non è un’Imago Pietatis.
7Imago PietatisSe è rappresentato il Cristo come Uomo dei dolori ma non è parte della Messa di san Gregorio.
8Messa san GregorioLa rappresentazione del miracolo della messa di papa Gregorio, si riconosce per la figura del pontefice che celebra o presenzia.
9Via CrucisSe è una stazione della via Crucis (dal 1700, è la sesta stazione).

Caratteristiche Iconografiche

numerotag attribuitodefinizione
1barba divisa Se è evidente la divisione centrale della barba.
2trasfiguratoSe nel testo o nell’immagine è sottolineata la divinità di Cristo rispetto alla sua umanità. Se all’opera è associata la festa della Trasfigurazione.
3occhi apertiSe gli occhi di Cristo sul velo sono aperti (non se socchiusi).
4occhi chiusiSe gli occhi di Cristo sul velo sono chiusi  (non se socchiusi).
5senza coronaIl volto di Cristo sul velo non ha nessuna corona.
6corona verdeIl volto di Cristo sul velo ha una corona di germogli verdi. Non se la corona è verde ma con spine enfaticamente lunghe e crudeli. Nelle statue e nei bassorilievi la corona verde ha l’aspetto di germogli intrecciati.
7corona di spineSe il Cristo sul velo porta la corona di spine.
8bocca aperta/denti visibiliSe il Cristo sul velo ha la bocca aperta coi denti visibili.
9sofferenteSe il Cristo sul velo presenta segni di sofferenza e/o gocce di sangue.
10volto scuroSe l’incarnato del volto è scuro o bluastro.
11cut outSe il disegno del Cristo sul velo è delimitato da un contorno deciso come se avesse una cornice metallica.
12nimbo crociatoSe il volto ha l’aureola rotonda con croce semplice o con croce patente
13croce fioritaSe il Cristo sul velo ha un nimbo in forma di croce con gigli alle punte.
14velo girato/biancoSe il velo è bianco o girato in modo tale che non sia possibile vedere se ci sia o come sia il volto.
15velo trasparenteSe il velo è rappresentato come garza finissima trasparente.
16velo scuroSe il tessuto è scuro, anche nei casi in cui si tratta del fondo dal quale emerge il volto di Cristo
17triplice voltoSe sul velo vengono impresse tre copie del volto.
18piegheSe il velo presenta segni di piegatura a riquadri come una tovaglia.
19monocromoSe il volto di Cristo sul velo è monocromo.
20spinaSe la fronte di Cristo presenta una spina

Supporti

numerotag attribuitodefinizione
1testoSe è un’opera letteraria o una notizia.
2badgeSe è un distintivo (reale o dipinto) di pellegrinaggio. Nelle opere può essere appuntato sul cappello, sul mantello o sui libri di preghiera.
3sculturaSe è una statua, legno, pietra, ecc.
4rilievoSe è un bassorilievo, altorilievo, medaglia, moneta.
5manoscritto miniatoSe è un manoscritto di qualsiasi tipo.
6vetrataSe è una vetrata.
7dipintoSe è un dipinto su tavola/tela a tempera o a olio.
8mosaicoSe è un mosaico.
9tessutoSe è un tessuto (arazzo, stendardo, o un paramento liturgico).
10stampaSe è un’incisione, una xilografia o un’opera a stampa di qualsiasi tipo.
11videoSe l’opera è un video.

Altri soggetti / Temi trasversali

numerotag attribuitodefinizione
1veronica romanaIdentificativo delle opere in cui la veronica è il soggetto principale. Non se la veronica è parte di un’altra opera (Arma Christi, Madonna dei sette dolori, …); nelle salite al calvario e nelle Via Crucis si attribuisce solo se il sudario col volto di Cristo è enfaticamente sottolineato.
2reliquia romanaQuando l’opera ha una correlazione diretta o particolare con la reliquia romana o se è una descrizione della reliquia romana.
3LateranoSe rappresenta l’acheropita conservata nella cappella del Santa Sanctorum al Laterano.
4Immagine edessenaCopia del volto di Cristo acheropita trasfigurato e sereno che Cristo donò ad Abgar diffuso in Occidente dal 1600. Anche Salvator mundi.
5Volto SantoVolto di Cristo impresso su panno, quando non identificabile come Veronica, Mandylion o acheropita del Laterano. Volto di Cristo.
6apocrifoSe l’opera si riferisce agli apocrifi (vangelo di Nicodemo, Ciclo di Pilato, ecc.).
7MandylionIcona o miniatura ortodossa raffigurante l’Immagine di re Abgar (il panno, mandylion, con impresso il volto di Cristo che Cristo inviò ad Abgar re di Edessa).
8SindoneSe l’opera rappresenta o è correlata alla Sindone di Torino o ai veli sepolcrali.
9ManoppelloSe l’opera è correlata al Volto Santo di Manoppello.
10Santo SpiritoSe ha un nesso con gli ospedali o la regola dell’ordine di Santo Spirito.
11EucarestiaSe la veronica è sui paramenti liturgici, sul tabernacolo, al centro della predella d’altare sopra al tabernacolo, sul paliotto dell’altare, sulla vela o la crociera sopra il celebrante.
12Carlo IVSe l’opera è in correlazione con Carlo iv di Boemia.
13StrozziSe l’autore è il canonico Pietro Strozzi.
14Post Concilio di TrentoSe l’opera corrisponde alla descrizione di Giovanni Gregorio (occhi e bocca aperta, sofferente, senza corona).
15Gesù CristoRaffigurazioni di Cristo, catalogati per motivi diversi, che non sono identificabili né come veroniche né come Volti Santi.
16figura intera(Solo fino al 1300) Acheropita (Mandylion, Laterano, veronica) con Cristo a figura intera.
17busto/spalle(Solo fino al 1300) Acheropita (Mandylion, Laterano, veronica) con busto di Cristo o sommo delle spalle.
18capo di Cristo(Solo fino al 1300) Acheropita (Mandylion, Laterano, veronica) dove la testa di Cristo è rappresentata con il collo.
19solovolto(Solo fino al 1300) Acheropita (Mandylion, Laterano, veronica) con il volto di Cristo senza collo.

Iconografia andata al Calvario