1509

1500

durer-small-passion-21

Albrecht Dürer, Cristo porta la Croce, Passione Minore, foglio 21, 1509, xilografia, British Museum, London, Inghilterra.

Nel 1511 l’artista, da Nürnberg (Norimberga), curò la riedizione di alcune sue vecchie xilografie, come l’Apocalisse, e pubblicò una nuova serie della Passione, detta Passione Minore, per distinguerla dalla Grande Passione del 1497-1510. Si trattava di un’opera di formato minore ma, a dispetto del nome, ben più ambiziosa, composta da ben trentasei fogli con scene che spaziavano dalla Genesi al Giudizio Universale.

Sul retro del foglio è riportato l’ “Inno Saffico per il Volto di Cristo impresso nel velo della Veronica”. L’inno non è politicamente corretto ed è poco ecumenico, ma forse non suonava così tremendo nel 1500. Le ultime strofe suonano più classiche: “Così la donna amica, vedendolo coperto da puzzolente lerciume, lo pulì con il suo velo di lino, mentre il Redentore andava sotto il peso della croce. /E portò con sè gli stupendi Volti di Dio e dell’Uomo impressi nel puro lino. O Donna Felice concedi doni ancor più grandi di ciò che lodiamo. / Divina immagine che ora risiedi a Roma, ospite nella casa di Pietro, sei venerata nella sua illustre città, nella rocca del mondo.”

Durer_Carrying_Cross_verso

Santa Veronica col sudario è rappresentata nel foglio 22.