1943

LE VOCI: Oh, guarda che buffe quelle ragazze! Sembrano lì lì per svenire! – Che spettacolo tutti quei lumi accesi! – Hanno soldi da buttar via i preti? – Entriamo cara, entriamo! – No, lasciami, voglio vedere – Se tu chiudi gli occhi sembrano tante lucciole quei lumini! – Ecco Cristo! – Cristo? – Sì, sì, Cristo! – Cristo e la Madonna! – Che noia! – Ci hanno rotto a mezzo la conversazione. – Ma è un diversivo! – Ogni tanto ci vuole! – Cameriere, si ricordi del mio aperitivo! – Appena è passata la processione glielo porto! – E quella col lino in mano chi è? – Già, chi è? – È la Veronica! – E chi è la Veronica? – Quella del Sudario. – Ah, quella del Sudario! – Che buffo quell’uomo! – Passerà in fretta? – Sì, credo. – Pochi minuti ancora. – Si alzino, per favore! – Ah, già, bisogna alzarsi. – Guarda quelle due bambine lì, Dio, che amore! – Devono fare una fatica a portare quelle ali! Poverine! – E che li lasciano a fare sulla strada tutti quei petali? – Lo dicevo io: soldi da sciupare hanno i preti!

Da Giovanni Testori, Cristo e la donna, Un inedito del 1943-1944,  a cura di Fulvio Panzeri, Interlinea, 2013

RIPRODUZIONE RISERVATA: Corriere della Sera , 16 marzo 2013, p. 58

 

 


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from clicart

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
www.clicart.it/giacomo/Displa...