1956

1900

U góry— szare szare sznury,

u góry święta Weronika,

rozpięte rçce w strych — i w strych —

w plachtach bielizny mokra twarz

wysycha i ucicha.

Miron Białoszewski, Tryphtyk pionowy

E in cima (al monte) – grigie, grigie  corde da bucato

e in cima la Santa Veronica

le mani che si allungano verso il solaio –  e dentro il solaio – 

nei panni da lavare un volto bagnato

si asciuga e rimane in silenzio. 

 Tratto da Tryphtyk pionowy (Trittico verticale), di Miron Białoszewski. 

La poesia fa parte del ciclo “Ballady peryferyjne” (“ballate periferiche”) nel volume Obroty rzeczy (1956). 

mironIl “trittico verticale” del titolo immagina tre sante che salgono le scale di una casa. Dal punto più basso a quello più alto: Cecilia, Dorotea e Veronica. 

Miron Białoszewski (1922-1983) è un poeta polacco.  Traduzione italiana dall’inglese di Emanuela Bossi

Segnalata da Manu