1976

1900

nome-veronica

Nel tennis si chiama Veronica la volée alta di rovescio: il suo movimento ricorda molto quello dei toreri nelle corride. Il vocabolo è stato utilizzato nel tennis a partire dal 1976 per primo dal giornalista Rino Tommasi, con riguardo a un colpo utilizzato dal campione italiano Adriano Panatta.

Vedi pagina Perché il nome Veronica, sito Tennis Ace

Nel libro Circoletti Rossi di Rino Tommasi, Panatta ricorda: E poi, visto che queste vogliono essere anche delle righe di ringraziamento, permettetemi un attimo di ritornare a quel famoso (famoso? Be’, sì, è da circoletto rosso…) match point parigino. Quella volée alta, dorsale, che misi in opera per difendermi dal pallonetto sbirolo (neologismo, anche questo, che però funziona per indicare tutte le cose di natura un po’ stortignaccola) del povero Pavel Hutka, finì per avere un nome che le portò fortuna. Veronica. Non proprio in memoria di una bella donna (ma se volete, va bene lo stesso), quanto del gesto che i toreri fanno volteggiando la cappa davanti agli occhi del toro. Anche qui, siamo pienamente dentro il Vocabolario Tennistico del Tommasi. A lui il merito del conio. Insomma a Parigi mi salvai con una Veronica e una volée in tuffo da circoletto rosso, poi vinsi il torneo. Come vedete, due parole bastano per sintetizzare un momento da ricordare. Grazie a Rino.