la veronica romana

Ovunque, nell’Europa medievale, si trovavano raffigurazioni della vera icona di Cristo che il popolo chiamava veronica: il velo che con gesto pietoso era stato offerto da una donna a Cristo sulla via del Calvario.
Sorprende che, nonostante le migliaia di pellegrini che videro la veronica (tra questi Dante e Petrarca), noi non sappiamo quali fossero i tratti di Cristo impressi su di essa, da secoli infatti sulla reliquia, ancora oggi custodita in San Pietro, non è più leggibile alcun volto, mentre le innumerevoli copie pervenuteci divergono profondamente le une dalle altre. Differenze che non sembrano conseguenti alla perdita dell’originale poiché già nel 1380 Giuliana di Norwich racconta un’inspiegabile mutevolezza: «Il volto impresso sul Velo della Veronica, che si trova a Roma, muta di colore e di aspetto, apparendo talvolta vivido e consolante, talaltra più afflitto e come morto, secondo che tutti possono vedere».

Veronica Route intende riscoprire i tratti perduti attraverso il confronto delle migliaia di immagini della reliquia e lo studio delle principali varianti.

Preloader