1300

Istituzione primo Anno Santo da parte di Bonifacio VIII, notizia, 1300, Roma, Italia.

Giacomo Grimaldi, Bonifacio VIII si mostra alla folla dalla loggia delle Benedizioni del Laterano - Fine del XVI secolo, disegno acquarellato su carta, 440x300 mm Milano, Biblioteca Ambrosiana

Giacomo Grimaldi, Bonifacio VIII si mostra alla folla dalla loggia delle Benedizioni del Laterano, Fine del XVI secolo, Milano, Biblioteca Ambrosiana

 

Nel 1300 papa Bonifacio VIII istituì il primo Anno Santo. L’indulgenza era concessa a tutti coloro che avessero fatto visita trenta volte, se erano romani, e quindici se erano stranieri, alle Basiliche di San Pietro e San Paolo fuori le mura, per tutta la durata dell’anno 1300; questo Anno Santo si sarebbe dovuto ripetere in futuro ogni cento anni.

«Istituzione del Giubileo e della piena remissione dei peccati

Bonifacio vescovo, servo dei servi di Dio. A certezza dei presenti e a memoria dei posteri

C’è una relazione degna di fede degli antichi che a coloro che si recano nella venerabile basilica del primo degli apostoli in Roma sono state concesse ampie remissioni e indulgenze dei peccati. Noi perciò che, secondo il dovere del nostro ufficio, ricerchiamo e curiamo più di buon grado la salvezza dei singoli, ritenendo valevoli e gradite l’insieme e le singole remissioni e indulgenze di tal genere, con l’autorità apostolica le confermiamo e approviamo, e le rinnoviamo anche, e le rafforziamo con l’appoggio del presente scritto. Affinché poi i beatissimi apostoli Pietro e Paolo vengano tanto più ampiamente onorati, quanto più devotamente le loro basiliche della città verranno frequentate dai fedeli, e gli stessi fedeli si sentano maggiormente ricolmi dell’elargizione di doni spirituali da visite di tal genere, Noi, confidando nella misericordia di Dio onnipotente e nei meriti e nell’autorità degli stessi suoi apostoli, su consiglio dei nostri fratelli e nella pienezza del potere apostolico concederemo e concediamo a tutti coloro che nel presente anno 1300 iniziato dalla vicina passata festa della Natività del Signore nostro Gesù Cristo, e in ogni anno centesimo che seguirà, si recano con riverenza nelle medesime basiliche veramente pentiti ed essendosi confessati, oppure che nel presente anno centesimo di tal genere e in qualunque anno centesimo che seguirà veramente si pentiranno e si confesseranno, non solo una piena e più ampia, bensì una pienissima perdonanza di tutti i loro peccati. [Per questo] stabiliamo che coloro che vorranno divenire partecipi dell’indulgenza di tal genere da Noi concessa, si rechino nelle medesime basiliche, se si tratta di romani per trenta giorni continui o saltuari e almeno una volta al giorno, se invece si tratta di pellegrini o di stranieri nello stesso modo per quindici giorni. Ognuno, tuttavia, meriterà di più e conseguirà l’indulgenza più efficacemente se frequenterà più ampiamente e più devotamente le medesime basiliche. Assolutamente a nessuna persona sia lecito togliere valore a questo scritto di nostra conferma, approvazione, rinnovamento, concessione e istituzione o ad esso opporsi con temerario ardimento. Se qualcuno però ardirà provarvi, sappia che incorrerà nello sdegno di Dio onnipotente e dei beati Pietro e Paolo suoi apostoli.

Roma, presso San Pietro, il 22 febbraio nell’anno sesto del nostro pontificato.»

A consolazione de’ pellegrini nella basilica Vaticana ogni venerdì e ogni festa solenne si mostrò il Volto Santo. Lo stesso Papa ne fece l’ostensione a Carlo II re di Sicilia, ed a Giacomo II re d’Aragona.

Arsenio Frugoni, Pellegrini a Roma nel 1300, ed Piemme


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from clicart

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
www.clicart.it/giacomo/Displa...